FABIO UGUCCIONI ARCHITETTO

 

Viale delle Province, 8

61037 Marotta Mondolfo (PU)

Tel. (+39) 328 31 59 776

E mail: info@fabiouguccioniarchitetto.com

PEC: fabio.uguccioni@archiworldpec.it

C.F. GCC FBA 73P24 L219V

P.I. 02145270415

fabio uguccioni architetto


facebook
pinterest
instagram
© fabiouguccioniarchitetto2019
About me

Progettazione

Contattaci

via mail mrfred1013@gmail.com,

o per telefono +39 328 3159776 

sezionivist.al.ogo
sezionivist.al.ogosezb_placeàmanger.jpegseza_verslefond.jpeg8.jpegimg_20220518_142303%20(1).jpeg15.jpeg4.jpeg13.jpeg1.jpeg3.jpeg
6.jpeg02.img_20180620_12590402.4.sezb_placemanger02.69.img_20160907_07405902.71302.6502.6802.6402.62.027
Il giardino di Elisabeth. Uccle (Belgium).
Giardino residenziale.​

Nell'ambito della ristrutturazione di una casa isolata su lotto, tipica della cintura urbana di Bruxelles, il progetto del giardino privato crea nuove relazioni con il paesaggio residenziale tra geometrie rigorose e una palette vegetale contemporanea.​

Lo spazio è articolato in “stanze” in successione dal carattere differente : il prato, la 'place à manger', l'area relax e l'area gioco.

Le differenti “stanze” sono separate da una serie di “aiuole filtro” ricche di fioriture che interrompono la vista longitudinale e invogliano a proseguire con lo sguardo fino al fondo del giardino aumentando la complessità della composizione che guida l'esperienza del giardino.

Il giardino è stato pubblicato sul n. 5 della rivista "Giardino Italiano" 2018, editore Paysage.

Le Jardin d'Elisabeth. Uccle (B).
Giardino residenziale.
Il giardino di Elisabeth. Uccle (Belgium).
Giardino residenziale.​

Nell'ambito della ristrutturazione di una casa isolata su lotto, tipica della cintura urbana di Bruxelles, il progetto del giardino privato crea nuove relazioni con il paesaggio residenziale tra geometrie rigorose e una palette vegetale contemporanea.​

Lo spazio è articolato in “stanze” in successione dal carattere differente : il prato, la 'place à manger', l'area relax e l'area gioco.

Le differenti “stanze” sono separate da una serie di “aiuole filtro” ricche di fioriture che interrompono la vista longitudinale e invogliano a proseguire con lo sguardo fino al fondo del giardino aumentando la complessità della composizione che guida l'esperienza del giardino.

Il giardino è stato pubblicato sul n. 5 della rivista "Giardino Italiano" 2018, editore Paysage.

02.661575292943822_2611575292969782_256254img_20170718_081416img_20170329_094654img_20170706_094529267
Ampilamento sede della Croce Rossa Italiana Comitato Locale Marotta Mondolfo (PU).

Progetto per l'ampliamento della sede della C.R.I. locale, realizzato in collaborazione con l'Arch. Fabiano Zigliani.

L'addizione, che ospita servizi ambulatoriali e riabilitativi tra cui una piscina fisioterapica, si accosta in evidente contrasto con l'edificio esistente.

Si tratta di un volume modulato tra le grandi vetrate, che lasciano intravedere il rapporto con il vecchio edificio, e un volume muto, scandito da una serie irregolare di finestre.

Il ritmo delle aperture delle facciate intonacate restituisce all'interno frammenti del paesaggio della campagna circostrante. Frammenti che si ricompongono nella trasparenza delle grandi vetrate strutturali che aprono il nuovo volume al paesaggio.

 

fabio uguccioni architetto

Garden design _ Urbanistica _ Progetto di paesaggio

 

img_20171023_143049img_20190617_10365902.4.sezb_placemanger02.img_20180620_12590402.69.img_20160907_07405902.71302.6802.6502.6402.66

Rigenerazione e valorizzazione del Parco Federico Fellini, tra memoria e innovazione, Rimini (RN)

 

Il progetto per la valorizzazione dell'area del Parco Federico Fellini si inserisce nella più ampia strategia generale per la rigenerazione urbana della zona del lungomare di Rimini che,  liberando il waterfront dalla presenza della viabilità carrabile, mira alla creazione di un nuovo paesaggio che si attesti tra la città ed il mare, attraverso un uso sostenibile dello spazio verde, con l’obiettivo di restituire questi luoghi ad una fruizione pubblica di elevata qualità sotto i profili del comfort urbano.

La strategia progettuale si organizza attraverso la sostituzione delle superfici in asfalto con pavimentazioni drenanti, l'inserimento di nuove componenti vegetali e ridefinizione degli ambiti trattati a verde attraverso la messa a dimora di arbusti ed erbacee perenni che favoriscano lo sviluppo della biodiversità e contribuiscano alla diminuzione degli effetti del cambiamento climatico.  

sezione.jpeg
sezione.jpeg1560851576608_img_20190617_103659img_20180925_152022img_20170928_151119img_20190410_131742img_20170720_123346
Parco degli Angeli. Pesaro (PU).
Progetto di un giardino residenziale urbano.
Il parco è caratterizzato da una struttura di percorsi pedonali in porfido e calcestruzzo architettonico che corrono lungo le aree verdi.

Il progetto del verde sottolinea l'andamento est-ovest dei percorsi creando un “fiume verde” di piante perenni e arbusti da fiore che attraversa l'area.

In particolare la grande aiuola centrale è pensata come un pattern costituito da una dozzina di specie vegetali che con l'alternarsi delle fioriture cambiano lo scenario del parco sottolineando le stagioni e mantenendo l'interesse del giardino per tutto l'arco dell'anno.

Progetto architettonico dello studio Rossiprodi associati.

 

Riqualificazione e valorizzazione dell’area archeologica del Ponte San Vito, Rimini (RN)

 

Il progetto prevede la realizzazione di nuovi percorsi all'interno dell'area in modo da rendere fruibile la vista del resti archeologici e favorire la sosta.
In particolare verrà realizzato un nuovo ingresso all'area archeologica per mezzo di una rampa che costituisce un “cannocchiale ottico” sull'area di scavo e recuperato il percorso della vecchia via Emilia.
Il percorso rappresenta una nuova passeggiata che consente di dominare visivamente l'area e apprezzare le proporzioni geometriche del ponte altrimenti difficilmente percepibili nella loro intierezza. 

L'area verrà riconfigurata con formazioni alberate e arbustive che ricostituiscano i percorsi ambientali ecologici interrotti dall'attività antropica. 

03antheasanvitovista3.lt
Al giardino segreto. Gradara (PU).
Giardino e dehor sotto il Castello.
Il giardino del bar gastronomico “Al Giardino Segreto”, nel cuore del rinomato borgo medievale di Gradara, Borgo dei borghi 2018, si appoggia alle mura del Castello offrendo spendide viste del paesaggio circostante.

Il giardino è stato progettato secondo i criteri dell'eco-sostenibilità per i materiali e della bio-diversità per le specie vegetali che ne compongono le aiuole. 

L'intervento ha riguardato la sistemazione del giardino, e dei tre terrazzamenti lungo le mura con la creazione di nuovi spazi di sosta, dehor del locale, aree di sosta, siepi, aiuole ed un orto con una più esplicita vocazione didattico-ricreativa.

Il giardino è stato pubblicato sul n. 7 della rivista "Giardino Italiano" 2020, editore Paysage.

 

03antheasanvitovista3.ltimg_20200731_08430306.img_20180718_16161906.img_20180718_154056img_20170626_115223img_20190501_154756

Sistemazione paesaggistica di un'azienda - Realizzazione tetto verde – Marotta (PU)

 

Il progetto del verde prevede l'arredo degli spazi esterni di uno stabilimento produttivo,  con leggeri tocchi di colore che segnalino le aree funzionali del lotto.

In particolare si prevede realizzazione di un giardino pensile sul tetto.

Lo stabilimento presenta un blocco uffici sul lato retro rispetto all'entrata carrabile. All'ultimo piano del blocco verrà realizzato un giardino pensile che permetterà la sosta durante le pause lavorative e l'organizzazione di eventi all'aperto.

 

sistemazioneesterna2021.02

Riqualificazione paesaggistica di un casolare in collina – Fano (PU)

 

Intervento di rqualificazione e ripristino paesaggistico negli spazi esterni di un casolare in collina.

Il progetto del verde propone una differenziazione funzionale degli ambìenti interpretando l'immagine del contesto nel rispetto del carattere dell'ambiente.

In particolare si prevede la sistemazione a giardino degli  spazi adiacenti all'immobile, la realizzazione di un ambiente piscina e la riqualificazione di un boschetto mediterraneo nella logica del mantenimento e del recupero del mosaico del paesaggio agrario collinare del retroterra costiero.

 

sezb2
Ampliamento della sede della C.R.I. Marotta Mondolfo (PU).
Progetto edilizio.
Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo fabbricato appoggiato all'edificio esistente.L'ampliamento si pone in contrasto con l'estetica dell'edificio esistente attraverso un volume bianco contraddistinto dalla modulazione di pieni e vuoti sulle facciate che segna fortemente il paesaggio circostante.
L'ampia parte vetrata trasparente evidenzia l'innesto tra il nuovo volume e l'edificio preesistente.
La nuova sede ospita un centro fisioterapico con piscina e ambulatori medici.

Pista ciclo-pedonale di via Fratti – via Giolitti. Pesaro (PU)

 

Il progetto della nuova pista ciclabile di via Fratti - via Giolitti rientra nel progetto più complessivo di riqualificazione viabilistica e paesaggistica dell'asse stradale di quella che era la vecchia circonvallazione di Pesaro.

Il progetto interviene in una parte di città molto densamente costruita e dall'alto valore simbolico per il territorio e per i cittadini.

Il tratto urbano subirà un ridisegno complessivo che prevede la riorganizzazione delle corsie carrabili per far posto alla pista ciclo-pedonale, alla ritessura di adeguati collegamenti pedonali, ove frammentati, e alla nuova aiuola, che introdurrà il tema ambientale all'interno del tessuto della città urbanizzata.

vistas1frattiboscopg15

Lottizzazione residenziale. Marotta Mondolfo (PU)

 

Il progetto riguarda una lottizzazione di un'area di 23.000 mq circa. Il  plani volumetrico inserisce le nuove edificazioni cercando le migliori relazioni tra edifici e spazi pubblici, oltre a rispettare i principi dell’architettura sostenibile in cui l’orientamento gioca un ruolo fondamentale. 
Il progetto di urbanizzazione propone un modello insediativo a bassa densità caratterizzato dalla mixitè tipologica, dalla casa a schiera alla casa isolata su lotto con giardino.

La presenza diffusa di aree verdi si caratterizza quale elemento di qualità ambientale in grado di garantire momenti di relazione tra le persone e una migliore vivibilità per l’intero quartiere. 

La  proposta  prevede il progetto paesaggistico di una vasta area verde per opere di regimazione e gestione delle acque meteoriche.

2019.coupe

Riqualificazione piazza Frescobaldi. Pesaro (PU)

 

Il progetto riguarda la riqualificazione della piazza Frescobaldi sita nel quartiere di Villa San Martino. La piazza oggi corrisponde ad un'area carrabile circondata da una serie di aree verdi.

Lavorando sui segni e le relazioni con il tessuto urbano il progetto prevede la risignificazione dello spazio pubblico trasformando l'area asfaltata in una piazza in grado di restituire le relazioni con il verde di quartiere. 

Stabilendo un abaco dei materiali legati al progetto di suolo, l'intervento diventa progetto pilota che norma e regola l'approccio con  gli spazi pubblici  del quartiere.

sezione

Aménagement de jardin paysager pour un projet privé. Uccle (B)

 

Pour cet jardin privé on propose une composition ordonnée qui dessine des nouveaux parcours en pierre blue qu'ils permettent d'accéder vers le fond du jardin et qu'ils délimitent des grandes bordures fleuries sur les côtés.

Avec un élagage sélectiv de la végétation existente sur le fond on pourrait créer un endroit privé et abrité dans lequel se relaxer avec une perspective différente sur le jardin.

Sur le côté jardin on propose de planter une bordure informelle pour valoriser la structure et permettre à la vegetation d' être vu au-dessus du muret.

vuefond
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder